ISTITUZIONALE
Chi siamo
L'Associazione
Regolamento
L'Organigramma
Photo gallery
I Maestri
Consigli in Cucina
Download area
Contatti
L'ASSOCIAZIONE
FACEBOOK
REGOLAMENTO

Regolamento Ordine Professionale Maestri di Cucina ed Executive Chef riconosciuti W.A.C.S.

 

( SI RACCOMANDA L’ATTENTA LETTURA PER TUTTI GLI ASPIRANTI MAESTRI PRIMA DI COMPILARE IL MODULO DI DOMANDA)

L’ORDINE

 

Art. 1 - L’ Ordine Professionale Maestri di Cucina ed Executive Chef è una diretta emanazione della F.I.C., configurandosi in termini istituzionali come un suo Compartimento Nazionale e pertanto soggetto alle norme dello Statuto e del Regolamento FIC, nonché alle disposizioni degli organi nazionali competenti che regolano i rapporti fra la FIC ed i suoi Compartimenti. L’Ordine è altresì disposto attraverso le direttive derivanti dal suo Regolamento e successive modifiche, conforme alle norme generali che regolano la Federcuochi, nonché dalle disposizioni del suo organo gestionale: il Consiglio dei Maestri e dal Rettore dell’Ordine, che insieme al Presidente Nazionale FIC, ne costituisce la rappresentanza.

 

Art. 2 - Figure di rappresentanza dell’Ordine possono intendersi le medesime che svolgono l’ opera di rappresentanza e direzione nella stessa Federcuochi, quindi il Presidente ed il Segretario Generale, alle quali si coniuga il “Rettore dei Maestri di Cucina” regolarmente nominato all’interno dello stesso Compartimento, il cui mandato sarà ratificato dagli Organi Nazionali competenti della F.I.C..

 

Art. 3 - Nella condizione in cui il Segretario Generale della F.I.C. non faccia parte dell’Ordine e per motivi di ordine pratico/operativo, il Presidente della F.I.C. e il Rettore possono proporre al Consiglio Direttivo dell ‘Ordine un “Segretario dell’Ordine” che può essere scelto anche fra i Maestri insigniti, che possieda specifiche competenze, idonee all’incarico.

AMMISSIONE ED ISCRIZIONE

Art. 4 - Per essere ammessi all’ Ordine Professionale dei Maestri di cucina ed Executive Chef F.I.C riconosciuti W.A.C.S. i richiedenti dovranno essere iscritti alla F.I.C. e aver superato con successo l’apposito corso di F.I.C. , approvato W.A.C.S. per il riconoscimento internazionale dei Maestri. Per essere ammessi al corso occorre presentare specifica domanda come di seguito. L’ ammissione è disciplinata dalla presentazione di un CURRICULUM che delinei chiaramente gli studi e le valutazioni conseguenti, il percorso di formazione, le fasi di passaggio di qualifica, le mansioni ricoperte, l’ attività d’aggiornamento, le attività particolari come pubblicazioni, le docenze, le consulenze e le collaborazioni di promozione della Cucina soprattutto all’ estero, le partecipazioni e graduatorie a competizioni gastronomiche d’importanza nazionale ed internazionale. Occorre anche l’obbligo di documentare con certificazione, documentazioni varie e rassegne stampa quanto dichiarato nel Curriculum .Il limite minimo di ammissione al corso è di 30 anni di età, comprovata da copia della carta d’identità aggiornata. A seguito dell’ammissione al corso l’aspirante dovrà essere in regola con il pagamento della quota di partecipazione.

Art. 5 - L’iscrizione annuale alla FIC, presso un’Associazione o Delegazione appartenente alla F.I.C. o l’iscrizione diretta attraverso la sede centrale F.I.C. per gli associati esteri senza la Delegazione, costituisce un prerequisito per mantenere lo status di membro dell’Ordine. Si può essere ammessi solo se in regola con il pagamento della quota associativa alla FIC nei tre anni antecedenti alla domanda.

Art. 6 - L’ ammissione del richiedente, nonché l’accesso al corso formativo per il riconoscimento internazionale dei Maestri, sarà di esclusiva competenza del Consiglio dell’ Ordine che dovrà vagliare con attenzione le candidature, controllare minuziosamente i requisiti e le documentazioni presentate dai singoli Candidati. Compito del Consiglio dell’ Ordine sarà anche vagliare la moralità del Candidato per le funzioni conseguenti alla stessa assunzione nell’Ordine.

Art. 7 - I corsi per i Maestri di Cucina F.I.C , approvati W.A.C.S. si tengono presso centri attrezzati e di pregio formativo riconosciuti: La F.I.C. stipula allo scopo specifiche convenzioni che regolamentano i rapporti fra i soggetti coinvolti.

Art. 8 - Il consiglio può riservarsi di acquisire ulteriori documentazione prima di accettare o rifiutare una candidatura. Il Consiglio potrà inoltre chiedere un incontro con il Candidato al fine di verificare le competenze dichiarate.

Art. 9 - Al momento d’ ammissione il Maestro di Cucina si impegna a rispettare il regolamento dell’ Ordine e le variazioni successivamente approvate. 

SCOPI E FINALITA’

Art. 10 - Il Fine dei Maestri di Cucina Insigniti e dello stesso Ordine è quello di tendere all’elevazione dell’ Arte e dello Studio della Cucina Italiana ed Internazionale con l’ aggiornamento continuo, per queste ragioni il Maestro di Cucina deve obbligatoriamente partecipare almeno a uno o più Convegni o Seminari di lavoro o Studio organizzati o proposti dall’ Ordine e dalla Federazione Italiana Cuochi, perlomeno una volta ogni due anni.

Art. 11 - La mancata partecipazione del Maestro di Cucina nell’ arco di due anni ai Convegni o Seminari di lavoro o studio, se non propriamente giustificata, pregiudica l’ appartenenza all’ Ordine Stesso.

Art. 12 - Il Maestro di Cucina è tenuto a perseguire gli obbiettivi dell’ Ordine ed a manifestare un contegno professionale e morale esemplare, consono ai principi dell’ Ordine e della vita civile, deve inoltre saper trasmettere e diffondere tali criteri di professionalità e condotta al mondo della Cucina.

Art. 13 - Qualora il Maestro di Cucina venga a meno ai principi, ai regolamenti ed alle enunciazioni dell’ Ordine, sarà segnalato al Consiglio dell’ Ordine professionale che provvederà a vagliare la comunicazione cercando di porre necessari rimedi consoni al buon senso e, se ritenuto opportuno, richiedere la convocazione del Maestro per vagliare le argomentazioni a difesa prima di prendere eventuali provvedimenti: dal semplice richiamo, alla sospensione ed, in ultima istanza, alla cancellazione dall’ Ordine, sentito il parere del Collegio Arbitrale F.I.C.

Art .14 - Il Maestro di Cucina potrà avvalersi della facoltà di fare istanza al Collegio Arbitrale F.I.C. entro e non oltre 30 giorni dal pronunciamento del Consiglio, e la conseguente comunicazione scritta, accettando il parere del Collegio Arbitrale come ultimo ed inappellabile.

Art. 15 - Al Maestro di Cucina che, per qualsiasi motivo, decada l’adesione e quindi la stessa l’iscrizione all’ordine, è fatto divieto assoluto di utilizzare: Loghi , Marchi ed Insegne dell’ Ordine o quant’altro possa comunque identificarlo o associarlo all’Ordine dei Maestri.

ASSEMBLEA

Art.16 - L’ Assemblea di tutti i Maestri di Cucina ed Executive Chef iscritti ed in regola con le direttive dell’ Ordine viene convocata dal Rettore e/o dal Consiglio dell’Ordine o dal Presidente FIC e si riunisce almeno ogni due anni in seduta solenne, da prevedere possibilmente nell’ ambito di una Manifestazione di grande richiamo.

Art. 17 - Spetta all’Assemblea dei Maestri :

1) Nominare, su proposta del presidente Nazionale FIC, Il Rettore dell’Ordine;

2) Eleggere i membri del Consiglio dell’Ordine;

3) L’esame e il controllo di tutti i Maestri regolarmente ammessi e del resoconto amministrativo;

4) Modificare il regolamento interno;

5) Approvare le linee programmatiche dell’Attività dell’Ordine;

6) Stabilire il numero d’ingresso dei nuovi Maestri per ogni biennio, le quote d’ adesione

e quelle annuali;

7) Deliberare sugli altri argomenti posti all’O.D.G.

Art. 18 - Il Presidente della F.I.C. coadiuvato dal Segretario Generale, devono proporre all’ Assemblea, la nomina del Maestro di Cucina con il ruolo di RETTORE dell’ Ordine Professionale Maestri di Cucina ed Executive Chef, individuato fra coloro che per età,esperienza e capacità professionali rappresentano dei punti di riferimento per la Federazione Italiana Cuochi.

Art. 19 - La nomina del RETTORE, dovrà essere fatta dall’Assemblea Generale dei Maestri di Cucina votata a maggioranza dei partecipanti. l Rettore indicherà all’Assemblea un Vice Rettore scelto fra i componenti del Consiglio stesso.

Art. 20 - Tutte le cariche e i mandanti assegnati nell’Ordine avranno la durata di quattro anni, a fare data dall’Eventuale Assemblea elettiva.

IL RETTORE

Art. 21 - Il rettore dell’ Ordine dei “ Maestri di Cucina ed Executive Chef F.I.C – W.A.C.S.” potrà ricoprire funzione consultiva negli Organi Nazionali FIC di Consiglio e di Giunta Esecutiva o esserne membro, se regolarmente nominato dalle rappresentanze nazionali competenti della Federazione Italiana Cuochi. A lui verrà in ogni caso assegnato il compito di coordinare di concerto con la F.I.C., tutta l’ attività dell’Ordine, promuovendone le iniziative discusse e approvate dall’ Assemblea e dal Consiglio dei Maestri. 

IL CONSIGLIO

Art. 22 - Il Consiglio dell’ Ordine è composto da 10 Membri eletti dall’ Assemblea dell’ Ordine, in rappresentanza delle tre aree geografiche nord , centro e sud. Ricopre nel compartimento una funzione gestionale e può essere convocato dal Rettore, dal Presidente F.I.C. o, in caso di necessità, da 2/3 dei Consiglieri. Esso viene presieduto dal Presidente FIC o, in sostituzione, dal Rettore dell’Ordine.

Art. 23 - Al fine di organizzare l’ attività Associativa e Professionale dell’ Ordine, il Consiglio Direttivo può assegnare compiti e responsabilità specifiche a Maestri di Cucina con particolari specializzazioni, purché tali compiti o mandati non siano in contrasto con i ruoli e mandati della F.I.C., regolati dallo Statuto e dal Regolamento interno FIC.

Art. 24 - La vita interna dell’ Ordine è disciplinata dalle deliberazioni del Consiglio e dell’ Assemblea, adottate in conformità con i principi espressi dal regolamento e dalla carta dell’ Ordine.

ART. 25 - Il Consiglio dell’ Ordine,ha competenza per le proposte o modifiche del regolamento e della Carta dell’ Ordine, che dovranno comunque essere ratificate dall’ Assemblea dei Maestri e dal Consiglio Nazionale F.I.C.

Art. 26 - L’esistenza stessa dell’ Ordine dei Maestri di Cucina ed Executive Chef è disciplinato dal Consiglio Nazionale della F.I.C. L’eventuale scioglimento dell’ Ordine può essere deliberato dallo stesso Consiglio Nazionale e ratificato dall’ Assemblea Generale Ordinaria della F.I.C.

Art. 27 - Questo Regolamento sostituisce il precedente in toto

Partner FIC
 
Ordine Professinale dei Maestri di Cucina ed Executive Chefs     -     Federazione Italiana Cuochi
Piazzale delle Crociate n.15 - 00162 ROMA · Tel: 06/4402178 Tel: 06/44202209 - Fax: 06/44246203
P.I. 01194610158 · e-mail: info@maestridicucina.it - info@fic.it


HOME | CONTATTI |
Maestri di Cucina ed Executive Chefs Ateneo della Cucina Italiana Nazionale Italiana Cuochi Lady Chef Approvato F.I.C. WACS Solidus